Volley U.16 casterno – audax 3a1

Inizia un nuovo campionato ed inizia con una vittoria. Mi pare un buon presupposto per essere soddisfatti delle nostre Under 16… Vero, ma non del tutto. C’era l’Audax di fronte alle nostre ragazze. Il finale è stato un 3 a 1 abbastanza convincente eppure c’è, come è logico che sia, qualcosa da dire… Le avversarie intanto, un po’ più piccole delle nostre, erano tutte del 2005, ma toste e tecnicamente preparate, ben messe in campo… però hanno fatto tanti errori soprattutto in battuta… le nostre invece si sono un po’ disunite a tratti, hanno un po’ perso di vista le posizioni in campo, a volte intralciandosi, a volte guardandosi indecise su chi dovesse intervenire. Buoni però alcuni attacchi e alcuni muri… per una volta andrei a curiosare il rendimento delle singole (senza pretese tecniche, solo impressioni di un profano che segna i punti e sbaglia i calcoli)… Giulia G. è sempre elegante, non velocissima ma attenta e con una buona visione di gioco, la sua firma sono giocate “furbe” che è più corretto definire “intelligenti”, il suo punto debole… “entrare nel ruolo”, probabilmente è il momento per lei di fare un salto di qualità magari usufruendo dei consigli, o insegnamenti, di una delle alzatrici delle prime squadre… Ilaria, è l’anima ed il cuore della squadra, grintosa, presente, aggressiva. Un po’ nervosa a volte come succede a chi sente molto le partite, tecnicamente la migliore, per migliorare ha solo bisogno di giocare. Sofia, in grande miglioramento, alta e attenta, buona visione di gioco le manca un po’ di velocità e di consapevolezza del ruolo, anche qui la sola soluzione è quella di giocare. Giulia C. grandissima, grintosa, determinata, coraggiosa. Non la toglierei neanche per un attimo eppure sbaglia qualche pallone di troppo, credo che anche lei debba fare un salto tecnico… “digerire” i passi dello stacco per schiacciare, migliorare l’inquadramento del campo avversario e del punto in cui piazzare la palla… insomma, anche Giulia deve un po’ crescere… Martina, non viene mai meno il suo apporto, generosa, attenta, molto diligente nel seguire le istruzioni dalla panchina… le manca un po’ di velocità, un po’ di cattiveria e soprattutto… le battute… credo che dovrà fare qualche seduta di allenamento straordinaria per imparare a battere bene. Giulia M. non c’era Domenica ma provate a ricordarvi le difficoltà che aveva lo scorso anno e scoprirete che ha fatto passi da gigante, credo che dovrebbe giocare un po’ di più ma è una ragazza che merita attenzione. Così come Yovana che ha imparato a battere e a ricevere e che se anche non è, ancora, al livello delle grandi si impegna tantissimo ed ha solo bisogno di tempo e di un po’ d’incoraggiamento dalle compagne… poi ci sono Valentina e Rebecca… entrambe un po’ in crisi.. ma credo che per tutte e due si tratti di una fase di crescita dalla pallavolo un po’ al “butto la palla di là” a quello che è il gioco oggi richiesto… Rebecca è un autentico killer, dotata di forza e tecnica, ma si deprime facilmente per gli errori in ricezione e attacco inanellandone vari di seguito quando capita… non c’è niente di strano ma, conoscendo le sue doti, credo basti un po’ di sprone e magari qualche indicazione tecnica che le permetta di crescere nel suo ruolo. Valentina è tra tutte la più innamorata della pallavolo, vivrebbe (quasi) di quello… però deve affinare i movimenti e la tecnica di salto, coordinando braccia, gambe e occhi sulla palla, anche per lei qualche attenzione in più sulle battute… Clarissa, occhi belli, è una che meriterebbe decisamente di giocare di più, il suo è forse il miglior tocco della squadra ma paga un po’ l’ambiguità del ruolo che, nel suo essere mancina, ha vantaggi e svantaggi. Un po’ emotiva ma anche lei è giovane e… crescerà… Da ultime Miriam e Diana, Miriam fuori da un po’ per infortunio ha indubbie doti (di simpatia innanzitutto) tecniche che vengono un po’ compresse nel ruolo di libero ma non si tira certo indietro… mi piacerebbe vederla ancora nel suo ruolo di partenza l’alzatrice, ma mi piace soprattutto vederla in campo con le altre… Da ultimo Diana su cui scriverei il minimo sindacale, per ovvi motivi di conflitto d’interesse… abbastanza inserita nel ruolo, attenta, coraggiosa e disponibile, anche abbastanza acrobatica e piuttosto apprezzata dal resto della squadra… direi che le manca la voce per urlare più forte “MIA” e un po’, mi pare, la posizione in campo che, nel suo caso, è sempre indicata dalla posizione d’attacco delle avversarie, punto sul quale deve migliorare . Sta perdendo qualche allenamento causa impegni scolastici con il liceo musicale ma… recupererà… Relativamente a domenica scorsa aggiungerei che l’arbitro è stato quasi perfetto, ha lasciato giocare è ha fischiato il giusto non prendendosela troppo con il pubblico… il segnapunti ha segnato, Peppino ha brontolato e Danilo ha esultato o imprecato a seconda dei casi… Alla prossima…
Lucio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.