CALCIO ESORDIENTI VIRTUS SEDRIANO – CASTERNO 0-3

È trascorso oltre un mese dall’ultima volta che abbiamo scritto dei nostri Esordienti, un mese in cui, se la guardiamo dal punto di vista dei risultati, certamente di soddisfazioni ne sono arrivate ben poche. Ma nello sport in generale e così anche nel calcio, specie in quello giovanile, il risultato finale ha un valore del tutto relativo. È fuor di dubbio che i tanti gol subìti e le sonore sconfitte conseguite una dopo l’altra, hanno fatto sorgere qualche malumore e qualche mugugno in tutto l’ambiente ma (….così si dice…..) le cadute servono per imparare a rialzarsi e a camminare meglio. Ne abbiamo contate cinque di fila e non ve le stiamo a raccontare tutte ma una la vorrei citare perché, se sul campo i nostri ragazzi hanno raccolto per ben 12 volte la palla in fondo alla propria rete, là a Inveruno, dopo il fischio finale, gli applausi ed i complimenti sono stati tutti per loro, per aver dato tutto sul terreno di gioco e per aver combattuto con onore fino all’ultimo minuto contro un avversario di un livello nettamente superiore.

 

Ma veniamo a ieri…….ottava e penultima giornata…. l’avversario è la Virtus Sedriano, si gioca a Vittuone su erba artificiale.  Il campo è enorme e dista parecchio dalle tribune tant’è che il pubblico presente impiega qualche secondo prima di mettere a fuoco i giocatori in campo.

La panchina neroverde è sempre corta causa le assenze forzate di Pisati e Porta e così i cambi a disposizione sono solamente due.

L’arbitro fischia l’inizio del match che fin dalle prime battute vede il Casterno imporsi nel possesso palla. Passano i minuti e la pressione neroverde sale insieme alla qualità del gioco. Si gioca quasi prevalentemente in una sola metà campo, le occasioni nei pressi della porta biancorossa sono numerose ma il digiuno di gol dei nostri ragazzi sembra non volersi interrompere. Il primo tempo finisce a reti inviolate.

 

Inizia il secondo ed il sortilegio sembra accanirsi sulla squadra neroverde che in tre minuti riesce a compiere l’impresa di colpire per ben tre volte i legni della porta Sedrianese (due volte con Pedretti ed una con Sivelli) a tal punto che per un attimo sembra di essere rinchiusi dentro ad un grande flipper dove la palla va a sbattere schizzofrenica su ogni palo e ritorna in campo……e Mister Allocchio in panchina non può far altro che sorridere alla buona sorte che sembra essersi dimenticata dei suoi ragazzi.

E allora che si fa? L’idea viene a Sivelli che, forse ispirato dai treni che passano sulla linea ferroviari aldilà del campo da gioco, prende il pallone nella propria area e parte diretto verso la metà campo avversaria. Tra lui ed il portiere non sono previste fermate intermedie, il viaggio è non stop, il tocco di destro va ad obliterare il pallone in fondo alla rete per l’agognato gol del vantaggio che fa esplodere di gioia i compagni, i Mister e tutti i sostenitori laggiù in tribuna. Evviva !! Il Casterno è tornato a segnare ! 

La partita prosegue, il Casterno è molto attento e comanda sempre il gioco ma, nonostante la supremazia neroverde, gli ottimi portieri della Virtus respingono egregiamente tutto ciò che è diretto verso la loro porta e, per vedere il gol del meritatissimo raddoppio, occorre attendere il terzo tempo (a segnare è ancora Sivelli); prima del fischio finale, è Pastori ben appostato in area, ad appoggiare in rete di destro il pallone del definitivo 3-0.

 

E nel dopo partita, con tanti sorrisi e i volti radiosi pieni di soddisfazione, i ragazzi vanno baldanzosi a raccogliere i meritati applausi dalla tribuna prima di imboccare la porta degli spogliatoi.

 

Arrivederci alla prossima.

 

PP

25.11.18

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.